ANTONIO ERRICO  da "Quotidiano" di Lecce  Dic. 1987

 

... grande passione per affrontare un lavoro come quello di Rocco De Vitis, un medico umanista

di Supersano. Lavoro paziente, meticoloso, attento,teso a scoprire i segreti del verso, le sue

insidie,scandagliarne i moventi e gli intenti. Rocco De Vitis ha cercato di mantenere intatta la

sensibilitÓ e la forza artistica del linguaggio virgiliano... Attraverso l'uso calibrato della parola e

l'impostazione del periodo, l'autore cerca di tradurre fedelmente anche le figure dei personaggi, la

loro umanitÓ frastagliata in diverse dimensioni... traduzione, tesa in particolar modo a scoprire e

riscoprire gli elementi che fanno dell'Eneide un'opera sempre moderna.   

| torna indietro |